campo di tiro a Caidate di Sumirago (VA)
+39 348.0936849 (Marco)
moak.asd@gmail.com

ASD Arcieri della Grande Quercia

CHI SIAMO, COSA FACCIAMO E CURIOSITÀ … IN SINTESI …

L’ASD Arcieri della Grande Quercia, iscritta al Registro Nazionale CONI e oggi affiliata al Settore Nazionale Tiro con l’Arco CSEN, è composta da arcieri con pluriennali esperienze provenienti da diverse esperienze arcieristiche (prevalentemente tradizionale) e da nuovi appassionati del tiro con l’arco.

Ha un campo stabile (con piazzole fisse e mobili di vario tipo) a Caidate frazione di Sumirago (a due chilometri dall’uscita Castronno dell’autostrada A8 MI-VA) che viene usato sia per allenamento sia per allestire raduni ufficiali. Ha inoltre una sede operativa indoor a circa un chilometro e per il tiro a volo attualmente utilizza uno spazio a Varese o alcuni campi sportivi.

E’ la sede nazionale di PROGETTO ARKĀN® Tiro dinamico con l’Arco, di cui è diventata un punto di riferimento per associazioni, arcieri e tecnici di ogni parte d’Italia che vogliano sviluppare, sotto ogni aspetto, la specialità del tiro dinamico con l’arco, basata sui quattro pilastri dell’arcieria tradizionale (in arabo arkān: precisione, potenza, destrezza e mobilità).

Questa divertente e tecnica specialità prevede un’ampia gamma di tipologie di tiri oltre a quelli di sola precisione: ad esempio, quelli di abilità (in ginocchio, di spalle, in equilibrio, da altane, in diverse direzioni e posizioni, eccetera), con bersaglio e/o arciere mobile, il tiro a volo puro, quelli con bersagli a ricerca o ad abbattimento, tiri di velocità, l’archery contest, tiri alla bandiera e tanto altro ancora, il tutto in contesto naturale e sempre sotto forma di gioco!

L’Associazione ha al suo attivo Tecnici Nazionali di vario livello (dal I, Istruttore, al IV, Formatore) riconosciuti dal CONI (con qualifiche anche in ambito della Leadership) tra cui lo stesso ideatore Responsabile PROGETTO ARKĀN®: è la prima scuola nazionale di formazione di PROGETTO ARKĀN® TIRO DINAMICO CON L’ARCO e ha portato molti arcieri a ottenere podi e significativi risultati in competizioni regionali, interregionali e nazionali non solo del tiro dinamico ma anche in altre realtà arcieristiche.

Gli Arcieri della Grande Quercia, oltre a campi estivi (collaborano anche con Gazzetta dello Sport Summer Camp) e iniziative di vario genere in tutta Italia, organizzano regolarmente attività sportive (circuiti regionali/interregionali e tornei nazionali) che raccolgono un ampio consenso  di arcieri provenienti da molte province e regioni. Mossi da una forte volontà di sperimentazione, hanno concepito anche nuove tipologie di raduni che, in alcuni casi, sono diventati quelli ufficiali di PROGETTO ARKĀN®, di cui condividono l’ideale di costante ricerca e innovazione.

CURIOSITÀ: gli Arcieri della Grande Quercia  sono stati inseriti nella narrazione del secondo volume (2020, BookRoad) di una trilogia fantasy – Lo Jolk (2018, Leone Editore) – in cui l’autore Luca Lodi li descrive come “i custodi degli Arkān [… ] che detengono saggezza e abilità.

Grazie a Marco Mustardino, ho avuto il piacere di un confronto per degli incisi in cui descrivo l’arte del tiro con l’arco. I riferimenti sono all’interno di due capitoli, nel romanzo che rappresenta il seguito di Lo Jolk (romanzo fantasy). A volte piccoli cambi paiono solo finezze, in questo caso sono state correzioni essenziali per tramandare il senso di un’arte così antica e affascinante. Grazie a tutti i Moak!” [cit. Luca Lodi]

Precedentemente, nel 2012, alcuni Arcieri della Grande Quercia hanno posato per degli scatti del fotografo Walter Capelli inseriti nel libro Chichibio, con costumi e ambientazioni d’epoca.